Ötzi e il menhir di Laces

Chi è Ötzi?

Ötzi, l’Uomo del Similaun, è la mummia più vecchia del mondo che si è conservata fino a oggi. Nel settembre 1991 i coniugi Simon hanno scoperto il corpo di Ötzi rilasciato dal ghiaccio in quei giorni durante un’escursione glaciale al Giogo di Tisa nelle Alpi Venoste. Il Giogo di Tisa si trova a soli 16 km in linea d’aria da Laces e dal luogo di ritrovamento del menhir di Laces. Ben presto è diventato chiaro che la mummia risale all’età del rame più di 5000 anni fa. Ci sono tanti reperti da scavi dell’età del rame che includono resti di ossa umane. Questo ritrovamento archeologico però è così sensazionale per i molti resti organici conservati naturalmente nel ghiaccio che di solito si decompongono molto velocemente. Oltre al suo corpo anche l’abbigliamento e i molti oggetti ed utensili di Ötzi danno informazioni interessanti sul passato. Oggi sappiamo che Ötzi visse tra il 3350 e il 3100 a. C. La mummia con tutti i suoi indumenti e l’equipaggiamento è esposta nel Museo Archeologico dell’Alto Adige a Bolzano dove può essere visitata.

Ötzi proveniva dall’insediamento di Laces?

salito sul passo da nord o da sud. I materiali vegetali degli oggetti ed utensili che Ötzi aveva con sé nonché i resti nello stomaco dimostrano che Ötzi viveva a sud e non a nord della cresta principale delle Alpi. Il corniolo, per esempio, il cui legno fu usato per le sue frecce, cresce molto più spesso a sud che a nord della cresta principale delle Alpi. Il suo luogo di provenienza è stato ulteriormente delimitato. Un’analisi dello smalto dei denti ha infatti evidenziato che non ha passato la sua infanzia in un territorio calcareo, ma in uno cristallino e quindi forse in Val Venosta o Valle Isarco. I minerali nell’acqua potabile si depositano nello smalto e possono dare informazioni sull'habitat. Grazie alla vicinanza del luogo di ritrovamento della mummia si può ipotizzare che Ötzi abbia trascorso almeno parte della sua vita in Val Venosta. Ci sono diverse tracce di insediamenti dell’età del rame nei dintorni. L’archeologo provinciale Dr. Hubert Steiner però assume che Ötzi forse proveniva dall’insediamento di Laces (link: Laces nell’età del rame). „Soprattutto l’analisi dei resti di carbone vegetale dell’insediamento di Laces nonché la ricostruzione della flora nelle vicinanze permettono un confronto con l’uomo del ghiaccio. Si può inoltre fare un confronto con i reperti di cereali. L’insediamento di Laces è il primo insediamento confermato nel fondovalle venostano. Per il resto si tratta sempre di reperti sporadici (Ganglegg e Kalvarienberg, Collina di Tarces, Laudes-Oberberg, Marchriese, Oris, Lasa, Corces-S. Lorenzo, Castel Colsano, Castel Juval). A causa della coincidenza temporale possiamo assumere che Ötzi abbia conosciuto l’insediamento di Laces e che lo abbia passato attraversando la Val Venosta.“

Il menhir di Laces rappresenta l’equipaggiamento di Ötzi?

Alcuni oggetti che Ötzi aveva con sé assomigliano molto ai motivi rappresentati sul menhir di Laces, cioè ascia, pugnale, arco e frecce. Quest‘equipaggiamento fa parte del repertorio dei motivi dei menhir del gruppo della Val d’Adige. Probabilmente questi oggetti non avevano soltanto un’utilità pratica, ma erano anche simboli per uno stato speciale, potere o virilità.

Il menhir di Laces rappresenta l’omicidio di Ötzi?

Nel 2001, e quindi dieci anni dopo la scoperta della mummia dell’Uomo del Similaun, sono stati eseguiti ulteriori esami. Un team guidato dal radiologo Dr. Paul Gostner e dal patologo Dr. Egarter Vigl ha preso in esame la mummia con un apparecchio radiologico e ha scoperto qualcosa di veramente sorprendente: Nella spalla sinistra di Ötzi c’era una punta di freccia! Nessun scienziato prima di loro ha visto l'evidente. La punta di freccia di selce è lunga 27mm e larga 18mm. Non è stata rimossa dagli scienziati e quindi si trova ancora nel corpo dell’Uomo del Similaun. Ötzi fu ferito da una freccia. È stato assassinato? Sul lato posteriore del menhir di Laces si trova un motivo molto particolare e misterioso: un arciere punta la sua freccia verso un’altra persona. È la storia di Ötzi?

Pugnale
partner_heimatpflege
partner_kulturgemeindelatsch
partner_denkmalpflege
partner_interreg
Terra Raetica

Questo sito utilizza dei cookies per scopi funzionali e analitici. Per saperne di più si prega di leggere le nostre disposizioni relative ai cookies. Utilizzando questo sito web l'utente dichiara il proprio consenso a tali disposizioni.